Dove sono?

JOS DE GRUYTER & HARALD THYS - ELEGANTIA

A cura di Francesco Garutti

dal 28/01/2017 al 19/03/2017
TRIENNALE DI MILANO - CUBO B + CUBO C
MILANO (MI)

JOS DE GRUYTER & HARALD THYS - ELEGANTIA

    BIGLIETTI DISPONIBILI SU:

    ONLINE

    • L
    • M
    • M
    • G
    • V
    • S
    • D
      LEGENDA
      • Non in programma
      • In programma,
        con posti disponibili
      • In programma,
        senza posti disponibili
      • Data selezionata

      PUNTI VENDITA

      Scopri dove comprare i nostri biglietti:

      Italy

      ORGANIZZATORE

      Fondazione La Triennale di Milano
      www.triennale.org

      APP VIVATICKET MOBILE

      Vivaticket Mobile    Badge Google Play

      INFO EVENTO

      ELEGANTIA Ŕ la prima personale del duo di artisti belgi Jos de Gruyter & Harald Thys in un'istituzione italiana. Concepita come la costruzione di un ambiente preciso in dialogo rigoroso con le sale del Palazzo dell'Arte, ELEGANTIA Ŕ stata immaginata come una messa in scena dell'idea stessa di "mostra", riflesso mentale e miraggio artificiale di un allestimento. Indirettamente ispirata dalla ricca, complessa e ipertrofica storia di produzione e presentazione che caratterizza la Triennale e il suo Palazzo, la mostra Ŕ la caricatura di un'architettura, l'immagine di un'esposizione sulle "belle arti", che si rivela - dopo pochi attimi di straniamento - come un catalogo ambiguo di orrori e solo apparenti normalitÓ.

      L'architettura della mostra - dispositivo spaziale e ottico per dare forma alla relazione ambigua tra soggetto e oggetto - Ŕ allestimento e esso stesso opera: un'enfilade di archi in falsa prospettiva - quasi ironicamente enfatizzata per proporzioni - Ŕ infatti l'immagine manifesto di un monumento che ostenta se stesso per poi rivelarsi piatto e tragi-comicamente inutile.

      Una serie di teste - in gesso e pittura, concepite appositamente per Triennale di Milano - si allinea lungo l'enfilade di stanze e quinte disegnate: in apparenza teste classiche, in veritÓ quasi campioni microcefali di civiltÓ indigene - pupille dilatate, attonite e spaventate di fronte alla realtÓ. Le poderose sculture bianche che abitano la mostra non sono corpi in marmo dalle forme auree, ma pesanti figure metalliche bidimensionali (White Elements, 2012-2016) dai volti perturbanti. Una sequenza di ritratti (Les Enigmes de Saarlouis, 2013); un gruppo di sculture in terra cruda (Der Schlamm von Braanst, 2008) provenienti da un disumano e inquietante laboratorio di ceramica; piccoli esperimenti sulla forma umana (White Elements, prototipos, 2016); una lunga serie di acquarelli dai soggetti ambigui (Fine Arts, 2015) e infine un'alta fontana da interni dalle fattezze umane e meccaniche (De Drie Wijsneuzen, 2013) completano il corpo di una mostra enigmaticamente classica e sottilmente rivelatrice.



      Il programma potrebbe subire variazioni, si consiglia di fare sempre riferimento alle comunicazioni ufficiali diffuse dall'Organizzatore

      INFO LOCATION


      Indirizzo
      TRIENNALE DI MILANO - CUBO B + CUBO C
      Viale Emilio Alemagna, 6
      20100 MILANO (MI)